• cookingwiththehamster

Ichigo daifuku

L'ichigo daifuku (イチゴ大福) è un dolce tradizionale giapponese (wagashi) contente una fragola fresca, marmellata di fagioli azuki dolci (anko), il tutto racchiuso in un mochi (dolce a base di farina di riso glutinoso).

Questa varietà di mochi è consumata in Giappone principalmente in primavera.

Sono molte le pasticcerie che se ne contendono la paternità, di fatto l'ichigo daifuku è stato inventato durante gli anni '80.


Questo dolce è perfetto per accompagnare il tè del pomeriggio.

Se dovesse avanzarvi dell'anko, vi consiglio di provarlo con del gelato al tè matcha.


Questa ricetta è adatta anche anche per chi è vegetariano o vegano, poiché non contiene proteine animali.


INGREDIENTI

7 fragole fresche, lavate e private delle foglie

150 gr di anko (io ho usato quello acquistato)

90 gr di shiratama-ko (farina di riso glutinoso)

70 gr di zucchero

90 ml di acqua

fecola di patate


PREPARAZIONE

- Lavorare con le mani l'anko, deve risultare pastoso. Se è troppo liquido aggiungere abbondante fecola di patate. Avvolgere poi ciascuna fragola nell'anko, mettere le fragole su un piatto e lasciarle in frigorifero affinché si compattino per bene.

- In un pentolino, mescolare con una frusta lo zucchero, la farina di riso glutinoso e, a poco a poco, l'acqua. Non devono esserci grumi. Accendere il fornello a fiamma bassa e fare addensare il composto per qualche minuto: deve risultare una palla elastica e bianca.

- Spolverare il piano di lavoro con la fecola. Mettervi sopra il mochi appena preparato e spolverarlo con la fecola. Lasciarlo raffreddare.

- Tagliare il mochi in 7 parti uguali, infarinare con la fecola un mattarello e formare un dischetto.

- Avvolgere la fragola con l'anko nel mochi, chiudendola per bene.

Shiratama-ko | © cookingwiththehamster
Anko | © cookingwiththehamster
Ichigo daifuku | © cookingwiththehamster
Ichigo daifuku | © cookingwiththehamster

Ichigo daifuku (イ チ ゴ 大 福) is a traditional Japanese dessert (wagashi) containing a fresh strawberry, sweet azuki bean jam (anko), all wrapped in a mochi (glutinous rice flour dessert).

This variety of mochi is eaten in Japan mainly in spring time.

There are many pastry shops that contend for its authorship, in fact the ichigo daifuku was invented during the 80s.


This dessert is perfect to accompany afternoon tea.

If you have any anko left over, I recommend you try it with matcha tea ice cream.


This recipe is also suitable for those who are vegetarians or vegans, as it does not contain animal proteins.


INGREDIENTS

7 fresh strawberries, washed and de-leafed

150 gr of anko (I used the one purchased)

90 gr of shiratama-ko (glutinous rice flour)

70 grams of sugar

90 ml of water

potato starch


PREPARATION

- Work the anko with your hands, it must be mushy. If it is too liquid, add plenty of potato starch. Then wrap each strawberry in the anko, place the strawberries on a plate and leave them in the refrigerator to compact them well.

- In a saucepan, mix the sugar, the glutinous rice flour and, little by little, the water with a whisk. There must be no lumps. Turn on the stove over low heat and let the mixture thicken for a few minutes: it must be an elastic and white ball.

- Dust the work surface with starch. Put the freshly prepared mochi on top and sprinkle it with the starch. Let it cool down.

- Cut the mochi into 7 equal parts, flour a rolling pin with the starch and form a disk.

- Wrap the strawberry with the anko in the mochi, closing it well.




©2019 of cookingwithehamster - All Rights Reserved