• cookingwiththehamster

Torino: dove mangiare

Torino è una città a mio avviso molto affascinante, caratterizzata da una architettura sontuosa e maestosa. Amo visitare questa città per la sua cucina raffinata e, soprattutto, per i caffè ottocenteschi - veri e propri laboratori politici in cui si discusse la costituzione dell'unità d'Italia.

Nonostante il capoluogo piemontese sia estremamente legato alle proprie tradizioni, allo stesso tempo ha dimostrato negli ultimi anni di essere aperto a nuove esperienze gastronomiche, come dimostra la presenza di ristoranti asiatici di grande qualità.


Miyabi

All'ombra della Grande Madre il ristorante Miyabi è il punto di riferimento per gli amanti della cucina giapponese elegante e raffinata. Masanori Tezuka, originario di Kobe, è lo chef: dopo avere mosso i primi passi in cucina a Sapporo, ha lavorato in numerosi ristoranti in torno al mondo prima di approdare a Torino; qui ha fondato l'Associazione Culturale Miyabi (dove venivano organizzati corsi di cucina) prima di trasformarla in un locale.

Miyabi oggi è un ristorante accogliente, caldo e con pochi coperti, dove si respira la storia di Masa san e la si riscopre nei suoi bellissimi piatti, che si gustano con gli occhi ancora prima che con il palato. Ciò che colpisce particolarmente è la materia prima di eccellente qualità, la composizione del piatto e il taglio del pesce. Lo staff di sala è attento, estremamente professionale e preciso: lasciatevi consigliare sul beverage, scoprirete dei sakè intriganti e deliziosi ma anche vini naturali.

Il menù è essenziale, due opzioni principali: Degustazione Miyabi e Menù Kaiseki (si possono però ordinare i piatti singoli di ogni menù, se non gradite optare per un percorso completo) con abbinamento sake da tre o cinque tipologie.

Io ho scelto il Menù Kaiseki, l'opzione a mio avviso più completa oltre ad essere l'emblema della creatività dello chef.

Il percorso comincia con delle melanzane al miso, daikon allo yuzu e una tempura di radice di loto con surimi di baccalà, alga nori e sale sakura. A seguire la capasanta dell'Hokkaido. Si arriva poi al piatto centrale della degustazione, ovvero il sushi misto (semplicemente delizioso). Seguono poi il fegato di rana pescatrice su daikon (una rara prelibatezza), l'unagi don con brodo dashi (davvero commuovente) e la rana pescatrice con topinambur e zucca. A concludere, sorbetto di yuzu con gelatina e il dolce del giorno, composto da un mochi allo yuzu, frutta fresca e un wafer alla castagna da perdere la testa.

Miyabi si conferma un ristorante raffinato e di ricerca, adatto ai palati più curiosi. Il conto finale è importante ma commisurato all'esperienza e alla location. Da tornarci in più occasioni per scoprire di volta in volta le nuove creazioni stagionali.


🌎 https://www.miyabitorino.com/

📍Via Villa della Regina 9/A, Torino

📞 011 819 6890

💰 $$$$



Miyabi | © Cookingwiththehamster


Miyabi torino Cookingwiththehamster
Melanzane al miso | © Cookingwiththehamster

Miyabi torino Cookingwiththehamster
Daikon allo yuzu | © Cookingwiththehamster

Miyabi torino Cookingwiththehamster
Tempura di radice di loto | © Cookingwiththehamster

Miyabi torino Cookingwiththehamster
Capasanta dell'Hokkaido | © Cookingwiththehamster

Miyabi torino Cookingwiththehamster
Sushi misto | © Cookingwiththehamster

Miyabi torino Cookingwiththehamster
Fegato di rana pescatrice | © Cookingwiththehamster

Miyabi torino Cookingwiththehamster
Unagi don | © Cookingwiththehamster

Miyabi torino Cookingwiththehamster
Rana pescatrice | © Cookingwiththehamster

Miyabi torino Cookingwiththehamster
Sorbetto allo yuzu | © Cookingwiththehamster

Miyabi torino Cookingwiththehamster
Dolce del giorno | © Cookingwiththehamster

Miyabi torino Cookingwiththehamster
Dolce del giorno | © Cookingwiththehamster


Kintsugi tea&cakes

Tra i numerosi caffè storici di Torino, da qualche tempo è sorto un angolo di Giappone. Si tratta di un progetto frutto della passione della giovane tea sommelier Francesca Alessio che, dopo avere visitato la terra del Sol Levante, ha deciso di aprire i battenti nel cuore del capoluogo piemontese. Kintsugi prende il nome dall'omonima antichissima pratica giapponese di rinsaldare i cocci di un oggetto rotto con dell'oro, rendendolo ancora più prezioso e unico. E in effetti questa sala da tè davvero unica a Torino: gli interni sono curati e minimali, l'ambiente è reso caldo dall'uso del legno e la vetrina al bancone stupisce gli avventori con dolci tutti colorati realizzati nel laboratorio interrato - alcuni rispettano la tradizione wagashi, altri invece sono yogashi che includono la tradizione piemontese attraverso l'uso di ingredienti locali (come il cioccolato e le nocciole). E' anche possibile ordinare per tempo un dolce personalizzato, oltre alla possibilità di trovare dolci vegani.

La selezione di té è curata nei minimi dettagli, resterete estasiati dalla bontà delle scelte in purezza, gli infusi e i latte. Tra quelli provati segnalo l'imbattibile matcha Uji Shosui e il delizioso Black latte bio con sesamo nero tostato e latte di cocco.

Se cercate un angolo di pace in pieno centro, questo è il posto giusto: semplicemente adorabile!


🌎 https://www.facebook.com/kintsugiteandcakes/

📍 Via Monte di Pietà 17, Torino

📞 011 335 2342

💰 $$$

Kintsugi tea&cakes torino Cookingwiththehamster
Kintsugi tea&cakes | © Cookingwiththehamster

Kintsugi tea&cakes torino Cookingwiththehamster
Kintsugi tea&cakes | © Cookingwiththehamster

Kintsugi tea&cakes torino Cookingwiththehamster
Kintsugi tea&cakes | © Cookingwiththehamster

Kintsugi tea&cakes torino Cookingwiththehamster
Kintsugi tea&cakes | © Cookingwiththehamster

Kintsugi tea&cakes torino Cookingwiththehamster
Kintsugi tea&cakes | © Cookingwiththehamster

Kintsugi tea&cakes torino Cookingwiththehamster
Kintsugi tea&cakes | © Cookingwiththehamster

Kintsugi tea&cakes torino Cookingwiththehamster
Matcha | © Cookingwiththehamster

Kintsugi tea&cakes torino Cookingwiththehamster
Black latte bio | © Cookingwiththehamster

Kintsugi tea&cakes torino Cookingwiththehamster
Torino-Tokyo | © Cookingwiththehamster

Kokoroya

A Torino c'è un posto dove varcata la soglia si viene catapultati in Giappone, come in una sorta di dimensione parallela. Non è un sogno, bensì Kokoroya.

Aperto nel 2011 da Gianluca Sanna e la moglie, nonché cuoca, Yukie Ogawa (originaria di Nagoya), Kokoroya è un microscopico alimentari stipato di oggetti kawaii e prodotti per cucinare: verrete sopraffatti dalla quantità di oggetti presenti, scritte, colori e cartelli, ma il bello è proprio questo.

Qui si viene per fare principalmente un asporto, ma un piccolo banco a parete può ospitare fino a sei commensali seduti su sgabelli di legno. La cucina è casalinga e non c'è sushi: troverete soprattutto bentō con tsukune, yakitori, shake teriyaki, korokke, gyoza o ebi fry, ma anche udon, soba o yakisoba, curry rice, donburi, ramen (shoyu o miso), oltre a onigiri (con miso e porri, ume, takuan, katsuobushi o tonno e maionese) e qualche dolcetto. Se volete cucinare a casa qui potete acquistare svariati condimenti, noodles istantanei, snacks e piccoli accessori da cucina per rendere le vostre pietanze davvero adorabili. Consiglio caldamente una visita in questo posto che scalda il cuore, perdetevi tra action figures di Super Mario, Galaxy Express 999, Gundam e Doraemon mentre mangiate un boccone.


🌎 https://www.facebook.com/KOKOROYA-TORINO-151625421573487/

📍 Via Piave 9, Torino

📞 011 433 8748

💰 $$$

Kokoroya torino Cookingwiththehamster
Kokoroya | © Cookingwiththehamster

Kokoroya torino Cookingwiththehamster
Kokoroya | © Cookingwiththehamster

Kokoroya torino Cookingwiththehamster
Kokoroya | © Cookingwiththehamster

Kokoroya torino Cookingwiththehamster
Kokoroya | © Cookingwiththehamster

Kokoroya torino Cookingwiththehamster
Kokoroya | © Cookingwiththehamster

Kokoroya torino Cookingwiththehamster
Kokoroya | © Cookingwiththehamster

Kokoroya torino Cookingwiththehamster
Kokoroya | © Cookingwiththehamster

Kokoroya torino Cookingwiththehamster
Kokoroya | © Cookingwiththehamster

Kokoroya torino Cookingwiththehamster
Kokoroya | © Cookingwiththehamster

Kokoroya torino Cookingwiththehamster
Kokoroya | © Cookingwiththehamster

Ramen-ya Luca

Il ramen è una di quelle pietanze che se ti fa innamorare, ti rapisce completamente. Questo è stato il caso del pugliese Gianluca Zambotto, colui che ha il merito di avere aperto il primo locale di ramen a Torino.

Il colpo di fulmine con il ramen ha avuto luogo a Los Angeles, dove Gianluca ha imparato a destreggiarsi nelle cucine dei ristoranti giapponesi, prima di visitare la terra del Sol Levante e di aprire la sua attività nel capoluogo piemontese. Il fatto che si sia accostato alla cucina nipponica in California non è un caso anzi, Little Tokyo Historic District a Los Angeles ospita la più grande comunità giapponese degli Usa - L.A. è stata la fucina e il banco di prova di moltissimi ristoratori giapponesi la cui creatività ha cambiato totalmente le abitudini alimentari delle persone di tutto l'Occidente,