• cookingwiththehamster

Shangri La

La zona di Porta Venezia vanta una serie di ristoranti asiatici di prim'ordine, non a caso Shangri La è uno di questi. Noto per essere il secondo ristorante cinese più antico di Milano, ancora oggi è uno dei principali punti di riferimento per coloro che amano la cucina cinese classica, ovvero quella maggiormente conosciuta da noi italiani.


Ciò che colpisce immediatamente di questo ristorante è l'ambiente, a dir poco spettacolare. Qui tutto richiama il celebre e omonimo romanzo di James Hilton: le due sale presenti sono un trionfo di legno, pareti finemente rifinite, soffitto a cassettoni, soprammobili in giada, l'acquario e, ovunque, stupende composizioni di orchidee bianche.

Lo staff è gentile e professionale, in sala vi è anche la signora Lisa Hu, perfetta e attenta padrona di casa.


Il menù è piuttosto ampio, quindi prendetevi del tempo per scegliere tra pietanze tipiche di Hong Kong, qualcuna piccante del Sichuan e thailandesi.

Non lasciatevi sfuggire i fuori menù: io ho provato l'involtino vietnamita, davvero delizioso. Segnalo inoltre i ravioli al vapore con astice e quelli con gamberone rosso.

Consiglio di ordinare diverse portate di ravioli (quindi vi invito a cenare da Shangri La in compagnia, in modo da provarne il più possibile), perché sono la specialità della casa: ho provato gli Shiu Mai, i pechinesi alla griglia con carne di maiale e zenzero, di Shanghai al vapore, uno più buono dell'altro. Ciò che colpisce è la freschezza degli ingredienti (che connota in realtà tutte le proposte) e l'artigianalità: quasi tutti i piatti vengono impreziositi da verdura intagliata commestibile, un rimando a una ben nota e antica tecnica dell'alta cucina cinese.

La cena ha poi proseguito con dei classici spaghetti di soia saltati con gamberi (pesce ottimo e pasta per niente unta), gamberoni alla Singapore (carnosi e piccanti) e dei freschissimi calamari con sedano.

Il tutto è stato concluso con della deliziosa frutta fritta (banana, mela e ananas).


Come già ribadito, le proposte sono davvero numerose. Esse comprendono inoltre piatti a base di pollo, anatra, manzo, maiale, tofu, zuppe e uova, nonché riso croccante e preparazioni con cottura nella terracotta. Perciò vale assolutamente la pena tornare più volte, oltre al conto finale davvero onesto e un'ambientazione così raffinata che vi farà sognare.

Shangri La | © Cookingwiththehamster
Shangri La | © Cookingwiththehamster
Shangri La | © Cookingwiththehamster
Vietnamese roll | © Cookingwiththehamster
Grilled Pekingese dumplings | © Cookingwiththehamster
Shanghai steamed dumplings | © Cookingwiththehamster
Soy noodles with shrimps | © Cookingwiththehamster
Singapore prawns | © Cookingwiththehamster
Squids with celery | © Cookingwiththehamster
Fried fruit | © Cookingwiththehamster

Porta Venezia area boasts a number of top-notch Asian restaurants, and Shangri La is not surprisingly one of them. Known for being the second oldest Chinese restaurant in Milan, it is still one of the main points of reference for those who love classic Chinese cuisine, which is the one best known to us Italians.


What is immediately striking about this restaurant is the ambience, nothing short of spectacular. Here everything recalls the famous and homonymous novel by James Hilton: the two rooms present are a triumph of wood, finely finished walls, coffered ceiling, jade ornaments, the aquarium and, everywhere, wonderful compositions of white orchids.

The staff is kind and professional, there is also Mrs. Lisa Hu, perfect and attentive hostess.


The menu is quite extensive, so take your time to choose between Hong Kong dishes, some spicy from Sichuan and Thai.

Do not miss the off-menu: I tried the Vietnamese roll, really delicious. I also point out the steamed dumplings with lobster and those with red prawn.

I recommend ordering different courses of dumplings (so I invite you to dine at Shangri La in company, so as to try as much as possible), because they are the specialty of the house: I tried the Shiu Mai, grilled Pekingese with pork and ginger, steamed Shanghai, one better than the other. What is striking is the freshness of the ingredients (which actually connotes all the dishes) and the craftsmanship: almost all the dishes are embellished with edible carved vegetables, a reference to a well-known and ancient technique of Chinese haute cuisine.

Dinner then continued with classic soy noodles sautéed with prawns (excellent fish and noodles not at all greasy), Singapore-style prawns (meaty and spicy) and very fresh squids with celery.

Everything was concluded with delicious fried fruit (banana, apple and pineapple).


As already stated, the proposals are really numerous. They also include dishes based on chicken, duck, beef, pork, tofu, soups and eggs, as well as crispy rice and earthenware preparations. Therefore it is absolutely worth returning several times, in addition to the really honest final bill and a setting so refined it will make you dream.


📍 Via Lazzaretto 8, Milan

📞 +39 02 2951 0837

💰 $$$



©2019 of cookingwithehamster - All Rights Reserved