• cookingwiththehamster

DPRK: Corea del Nord e moda

La storia della Corea del Nord inizia il 15 agosto 1945, quando i giapponesi posero fine al loro dominio in Corea con la resa incondizionata al termine della Seconda Guerra Mondiale. Kim Il-sung fu il rivoluzionario che guidò l'esercito popolare coreano nella resistenza comunista coreana contro gli imperialisti giapponesi, imponendosi come capo del Paese in qualità di generale del Partito dei Lavoratori di Corea.

Dal 1946 in Corea del Nord (demarcata al 38° parallelo) fu abolita la proprietà fondiaria feudale, vennero nazionalizzate banche, industrie, poste, telecomunicazioni e trasporti, fu proclamata l'uguaglianza dei sessi e fu condotta un'enorme campagna di scolarizzazione (quasi un quarto della popolazione era di fatto analfabeta).

Il 9 settembre 1948 l'Assemblea Popolare Suprema proclamò la Repubblica Popolare Democratica di Corea (DPRK) a Pyongyang, la capitale. Fin da subito, molte persone cercarono di scappare al Sud, venendo immediatamente punite una volta scoperte.

Kim Il-sung in 1948 cookingwiththehamster
Kim Il-sung in 1948 | © wikipedia.org

Nel 1950 scoppiò la Guerra di Corea, che dilaniò l'intera penisola. Le cause del conflitto sono ad oggi ancora confuse: secondo la Corea del Nord il suo l'attacco fu una risposta ad un'offesa a sorpresa dell'esercito di Seoul, mentre per la Corea del Sud la controparte del Nord era già d'accordo con URSS e Cina.

In breve tempo l'esercito di Kim Il-sung conquistò tutta la penisola, eccetto Pusan (roccaforte dei soldati francesi e statunitensi): proprio qui sbarcarono le Nazioni Unite, grazie all'intervento degli USA: durante i mesi del conflitto, gli Stati Uniti impiegarono 576.000 tonnellate di bombe, 29.535 tonnellate di napalm e causarono circa un milione di morti civili. Pyongyang fu distrutta al 75%, mentre altre città e villaggi vennero rasi del tutto al suolo. Come contro attacco, mezzo milione di soldati cinesi vennero in aiuto della Corea del Nord. Il 27 luglio 1953 fu firmato l'armistizio a Panmunjom, che ancora oggi è in vigore, mentre non è mai stato stipulato un trattato di pace.

Il fatto che in Corea del Sud ancora oggi vi siano migliaia di soldati statunitensi è considerato il principale ostacolo alla riunificazione secondo il governo di Pyongyang (le truppe cinesi hanno infatti lasciato la penisola coreana nel 1958). Inoltre, dal punto di vista della DPRK, è stata la Corea del Nord a vincere la guerra contro gli USA.

USA B-29 bombers cookingwiththehamster
USA B-29 bombers | © nytimes.com
North Korean civilians after USA bombs cookingwiththehamster
North Korean civilians after USA bombs | © nytimes.com
North Korea after after USA bombs cookingwiththehamster
North Korea after after USA bombs | © nytimes.com
North Korea soldiers during the war cookingwiththehamster
North Korea soldiers during the war | © nytimes.com
Korean armistice agreement cookingwiththehamster
Korean armistice agreement | © wikipedia.org
The bombing of Pyongyang by USA cookingwiththehamster
The bombing of Pyongyang by USA | © caucus99percent.com
Korea after war cookingwiththehamster
Korea after war | © time.com

Durante gli anni '50 l'economica e l'assetto industriale della DPRK vennero strutturate velocemente secondo le idee elaborate da Kim Il-sung del Juche ("corrente principale"), l'ideologia ufficiale della Corea del Nord sulla quale si basa il sistema politico ispirato al socialismo, al patriottismo e al concetto di indipendenza e che si fonde con il concetto di Songun (principio cardine che vede l'armata popolare coreana al vertice degli affari dello stato).

 DPKR in 1955 cookingwiththehamster
DPKR in 1955 | © wikipedia.org
Pyongyang Juche tower cookingwiththehamster
Pyongyang Juche tower | © wikipedia.org

Tra gli anni '60 e gli anni '80 la storia della Corea del Nord fu costellata da episodi di criticità ed attentati. Il culmine delle tensioni, che questa volta coinvolse la DPRK dall'interno, si ebbe a metà anni '90: il Paese fu colpito da una terribile carestia che, secondo le organizzazioni non governative, causò oltre 3 milioni di morti.

Questo terribile episodio non fu qualcosa di isolato e che si risolse in poco tempo, ma anzi scosse la comunità internazionale e ancora oggi porta strascichi in tutto il Paese.

La Corea del Nord è caratterizzata da un territorio difficile, montuoso (solo il 20% di esso è coltivabile), soggetto a temperature rigide che arrivano anche a -20° C e ghiacci che ricoprono il terreno per molti mesi (permettendo un solo raccolto l'anno).

Tra il 1994 e il 1998 il Paese fu soggetto a continue alluvioni (che distrussero anche le scorte conservate nel sottosuolo) intervallate da grandi periodi di siccità. La pianificazione economica del governo di Pyongyang risultò fallimentare, oltre al fatto che l'URSS smise di supportarlo come in passato, in seguito alla caduta del muro di Berlino e alla nascita della Russia. Le poche riserve alimentari rimaste vennero distribuite a persone scelte sulla base degli ideali politici e al grado di fedeltà allo stato. A ciò si unì un sistema sanitario totalmente inadeguato, privo di strumentazione adatta e uso di acqua contaminata: molti pazienti venivano addirittura trattati con flebo realizzate con bottiglie di birra non sterilizzate! Per tutti questi motivi, per la prima volta nella sua storia, Pyongyang fu costretta ad uscire dall'isolazionismo e chiese aiuto ai Paesi esteri, ricevendo oltre 1 miliardo di dollari in quattro anni.

L'insufficienza alimentare caratterizza ancora oggi la Corea del Nord. Essa continuò a ricevere aiuti umanitari da Corea del Sud, Giappone, Unione Europea, Stati Uniti e Cina fino al 2002, anno in cui Pyongyang dichiarò di non volerne più.

E' stato inoltre stimato che nel 2011 il governo ha ridotto l'assunzione giornaliera di cibo da 1400 kcal a 700 kcal a persona. I bambini in età pre-scolare sono più bassi di circa 4 cm rispetto a quelli della Corea del Sud e la maggior parte delle persone mangia la carne solamente durante le festività (ovvero i compleanni di Kim Il-sung e Kim Jong-il). In tutte le classifiche mondiali sui diritti umani e nutrizione la Corea del Nord occupa sempre gli ultimi posti.

North Korean famine in the 90s  cookingwiththehamster
North Korean famine in the 90s | © sites.psu.edu
North Korean famine in the 90s cookingwiththehamster
North Korean famine in the 90s | © pinterest.com

Kim Il-sung (ancora oggi definito "Grande leader") morì nel 1994 e fu immortalato nella costituzione come "presidente eterno" della nazione - di fatto la Corea del Nord è l'unico paese al mondo che ha un leader defunto ancora reggente.

In vita, egli fu il fautore del culto della propria personalità tanto da renderlo "immortale" anche dopo la morte.

L'idolatria per Kim Il-sung investe tutta la famiglia Kim secondo il così detto "familismo", ovvero un tipo di collettivismo dove il singolo deve dare priorità alla famiglia o alla società: il valore della famiglia ha infatti influenzato infatti tutti gli aspetti della vita in Corea del Nord (economia, politica, rapporti sociali). Quando nel 1945 l'URSS entrò in Corea portò per le idee di collettivismo e comunismo: KIm Il-sung seppe fonderle col culto della personalità, applicando il marxismo occidentale nello stato asiatico assicurandosi al contempo la fedeltà incontestata e incondizionata del popolo.

Nel 1949 iniziò dunque la costruzione delle statue del leader in tutto il paese (se ne contano oltre 30.000) e monumenti, nel 1953 si proseguì con la sua totale venerazione attraverso le purghe di massa. Nel 1967 Kim Jong-il fu nominato al Dipartimento di Stato della Propaganda e dell'informazione per lo sviluppo del culto del padre. La costituzione del 1972 richiedeva infatti totale fedeltà e sottomissione alla famiglia Kim, peculiarità questa che si fuse col Juche e il Songun.

Kim Il-sung statue cookingwiththehamster
Kim Il-sung statue | © travelblog.org
Kim Il-sung portrait cookingwiththehamster
Kim Il-sung portrait | © smh.com.au
Kim Il-sung and Kim Jong-il portraits in a school cookingwiththehamster
Kim Il-sung and Kim Jong-il portraits in a school | © abc.net.au
DPKR soldiers cookingwiththehamster
DPKR soldiers | © ft.com

Su Kim Il-sung, ieri come oggi, vengono raccontate storie e leggende. A lui si attribuiscono poteri sovrannaturali, magici, ed è considerato l'unico ad avere sconfitto il Giappone e avere costruito la nazione dopo la Guerra di Corea. Le gesta del Grande leader sono riportate nei libri di scuola e ai bambini viene insegnato che sono stati accuditi per la "grazia del Presidente": nelle scuole primarie vi sono inoltre aule adibite solamente alle lezioni che lo riguardano, con tanto di modello del suo luogo di nascita.

Il suo nome sui giornali deve essere iscritto tutto attaccato per intero, non può essere diviso o andare fuori dai margini - così come non possono essere piegati o buttati i giornali che ritraggono i leader della famiglia Kim, che vanno assolutamente riconsegnati.

Nel 1997 il calendario gregoriano fu sostituito con quello Juche: da allora il conto degli anni è stato stabilito a partire dalla nascita di Kim Il-sung (15 aprile 1912), indicato come anno 1.

DPRK parallel calendar cookingiwththehamster
DPRK parallel calendar | © 247newsaroundtheworld.com
Kim Il-sung school room cookingiwththehamster
Kim Il-sung school room | © wordpress.com
Kim Il-sung propaganda portrait cookingwiththehamster
Kim Il-sung propaganda painting | © pinterest.com
Kim Il-sung propaganda painting cookingwiththehamster
Kim Il-sung propaganda painting | © pinterest.com
Kim Il-sung propaganda painting cookingwiththehamster
Kim Il-sung propaganda painting | © pinterest.com

La costruzione della mitologia della famiglia Kim investì anche Kim Jong-il, la cui nascita fu imposta nel 1942 sul monte Paektu (il più alto della penisola) nella base segreta del padre Kim Il-sung: si narra che la sua nascita fu annunciata da una rondine, una stella in cielo, un doppio arcobaleno ed il passaggio dall'inverno all'estate. In realtà egli nacque nel 1941 in URSS.

Le leggende che lo riguardano narrano, a esempio, che egli sapesse camminare e parlare in tenerissima età, che addirittura un esperto di moda francese avrebbe detto che il suo stile senza precedenti si stesse espandendo in tutto il mondo e che fosse in grado di controllare il tempo atmosferico in base al suo umore.

Alla sua morte, nel 2011, seguirono cento giorni di lutto: chiunque non piangeva o non risultava affranto da un dolore sincero venne punito anche con la morte. Per questa occasione la propaganda dichiarò che si ruppero strati di ghiaccio e che vi furono grandi raffiche di vento e neve.

Ad oggi in tutte le case vi devono essere i ritratti di Kim Il-sung e Kim Jong-il appesi in una parete vuota, nel punto più alto (in modo che nessuno possa superarli in altezza). Le persone devono costantemente tenerli puliti con degli speciali panni - vengono fatti dei severi controlli sul loro mantenimento. Gli adulti devono inoltre indossare una spilla fornita dal governo che li ritrae insieme a sinistra, sopra il cuore.

Kim Jong-il school room cookingwiththehamster
Kim Jong-il school room | © flickr.com
Leaders portraits in a house cookingwiththehamster
Leaders portraits in a house | © hrnkinsider.org
Kim Jong-il propaganda portrait cookingwiththehamster
Kim Jong-il propaganda portrait | © wikipedia.org
Kim Jong-il propaganda portrait cookingwiththehamster
Kim Jong-il propaganda portrait | © pinterest.com
Kim Jong-il funeral cookingwiththehamster
Kim Jong-il funeral | © nytimes.com
Kim Jong-il funeral cookingwiththehamster
Kim Jong-il funeral | © stltoday.com
Kim Jong-il funeral cookingwiththehamster
Kim Jong-il funeral | © khq.com
Kim Jong-il funeral cookingwiththehamster
Kim Jong-il funeral | © dailymail.co.uk
Kim Jong-il funeral cookingwiththehamster
Kim Jong-il funeral | © dailymail.co.uk
DPRK pin cookingwiththehamster
DPRK pin | © rfa.org

Ma è sicuramente Kim Jong-un colui che oggi conosciamo maggiormente. Nipote di Kim Il-sung, si fece chiamare inizialmente Giovane generale e successivamente Generale rispettato, quest'ultimo titolo scelto sicuramente in virtù del fatto che in molti, anche all'interno della sua famiglia, si opposero fin dall'inizio alla sua ascesa al potere. Suo zio, Chang Sang-taek, fu infatti condannato a morte nel 2013 perché accusato di volerlo spodestare: le cronache riportarono che fu spogliato e messo coi suoi collaboratori all'interno di una gabbia dove vennero sbranati da 120 cani tenuti a digiuno per settimane.

Allo stesso modo, tutti coloro che non si dimostrarono a lui fedeli vennero mandati nei campi di rieducazione (ovvero campi di concentramento) o puniti con l morte - di fatto era la stessa cosa.

Kim Jong-un first election cookingwiththehamster
Kim Jong-un first election | © chinadaily.com.cn
Kim Jong-un cookingwiththehamster
Kim Jong-un | © blastingnews.com
Kim Jong-un cookingwiththehamster
Kim Jong-un | © ilprimatonazionale.it

Come i predecessori, anche Kim Jong-un sviluppò il culto della personalità attraverso poster e mezzi di propaganda, soprattutto grazie al lavoro svolto dalla sorella minore Kim Yo-jong. Direttore del Dipartimento per l'agitazione e la propaganda del Partito del Lavoro di Corea, Kim Yo-jong ha un ruolo cruciale nello sviluppo del culto del fratello che si basa sull'immagine del nonno, vista la somiglianza. Tutti gli eventi pubblici più importanti sono organizzati da lei. Nel 2018 è stata il primo membro della famiglia Kim dai tempi della guerra a visitare la Corea del Sud in occasione della cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici invernali a Pyeongchang.

Kim Jong-un and Kim Yo-jong cookingwiththehamster
Kim Jong-un and Kim Yo-jong | © it.insideover.com
Kim Yo-jong cookingwiththehamster
Kim Yo-jong | © quora.com
Kim Yo-jong cookingwiththehamster